Seleziona una pagina

Baritono

Ha iniziato gli studi musicali come pianista intraprendendo successivamente lo studio del canto sotto la guida dei maestri A. Capobianco e Danilo Cestari; si è diplomato presso il “Pollini” di Padova.
Risultato fra i vincitori del concorso “Luciano Pavarotti International Competition” a Philadelphia.
Il suo debutto e’ avvenuto al Teatro La Fenice di Venezia nell’Idomeneo di Mozart (dir.P.Maag) e nella Gazza Ladra di Rossini (dir. G.Andretta).
Ha cantato nei teatri Europei (Austria, Germania, Inghilterra, Svizzera, Lussemburgo, Olanda…) in Sud America, e Giappone, interpretando i ruoli di: Germont (La traviata), Figaro (Il Barbiere di Siviglia), Dottor Malatesta (Don Pasquale), Belcore (Elisir d’Amore), Conte di Luna (Trovatore), Rigoletto (Rigoletto), Enrico (Lucia di Lammermoor), Sharpless (Madama Butterfly), Silvio (Pagliacci)…

Fra le produzioni in cui ha patecipato: Melitone ne La Forza del Destino a Busseto dir. J. Kovachev, Marcello nella Bohème al Teatro Coccia di Novara, Marullo nel Rigoletto con la regia di Vittorio Sgarbi.

In Billy Bud al Teatro Regio di Torino (dir. C. Franklin), Amonasro nell’Aida al Teatro Verdi di Padova (dir. L. Paccagnella), Il Barbiere di Siviglia per la Fondazione Arena di Verona (dir. A. Allemandi) e per Lapedona Festival e il Teatro di Belluno (dir. F. Ommassini), ad Amsterdam (dir. S. Seghedoni), La Gioconda al Teatro Bellini di Catania (dir. D. Renzetti), Il Turco in Italia al Teatro Coccia di Novara (dir. M. Rota), Rigoletto ad Amsterdam (direttori: Marco Boemi e Andriy Yurkevych), La Traviata al Festival di Brighton, Lady Macbeth of Mtsensk al Maggio Musicale Fiorentino, Don Giovanni a S. Marino (dir. C. Miotto), Il Trovatore a Pesaro, Pergine, Amstetten (dir. Agiman), Sir John Falstaff in Nederland regia G. Ciabatti direttore S. Seghedoni.
Ha eseguito l’opera Undicizerodue in prima esecuzione assoluta di R. Muttoni a Verona.

Numerose le esecuzioni dei Carmina Burana fra queste quelle per la Fondazione Arturo Toscanini in forma scenica affiancata dallo spettacolo di Dario Fo, al Teatro Bellini di Catania diretti da Bruno Bartoletti, al Teatro Regio di Parma da Massimo De Bernard.